Da supermodella trans a designer: la nuova vita di Lea T, figlia del celebre calciatore Toninho Cerezo

La top model transgender e ambientalista Leandra Medeiros Cerezo firma con Riccardo Tisci la pre-collezione Burberry

TiscaliNews

Ne ha dato annuncio Riccardo Tisci, direttore creativo di Burberry, presentando la nuova pre-collezione F/W 2022. Una collezione all'insegna della libertà di identità e del rispetto della Natura, realizzata in collaborazione con Lea T, pseudonimo di Leandra Medeiros Cerezo, figlia del calciatore brasiliano Toninho Cerezo, supermodella dichiaratasi transessuale a 25 anni (ora ne ha 41), divenuta un celebre personaggio televisivo in Brasile, amica e collaboratrice di Burberry.

Un sodalizio che arriva da lontano

A lanciarla nel mondo della moda sulle più importanti passerelle internazionali fu proprio Riccardo Tisci, all'epoca direttore creativo di Givenchy (di cui è anche assistente personale) che fece del volto di Lea T. la testimonial della campagna invernale 2010, assieme al noto agente Piero Piazzi, presidente di Women Management. "Volevo esplorare mondi diversi nel dare vita alle mie collezioni - spiega Tisci - quindi ho deciso di aprire la mia pre-collezione a una nuova voce creativa ogni stagione. Qualcuno di speciale per me, la cui creatività unica mi circonda anche nella mia vita personale. Creatività significa libertà ed è empatia e comunicazione verso gli altri. È la tua voce, la tua identità, qualcosa dentro di te che vuoi condividere con gli altri". "Sono entusiasta di annunciare Lea T come mio primo partner per questa nuova serie creativa - sottolinea - che debutterà con la pre-collezione Autunno/Inverno 2022. Lea è la mia famiglia, il mio amore, non solo qualcuno così legato agli animali e alla natura, ma anche una persona in grado di bilanciare una femminilità feroce e una morbidezza romantica senza sforzo. Questa serie parla di una celebrazione dell'identità, dello stile e della famiglia".

L’amore per la natura

"La creatività è strettamente legata ai nostri interessi -aggiunge Lea T - a ciò che ci circonda e alle nostre passioni. Tutto questo ci porta ad ampliare la nostra mente ed esplorare creativamente l'espressione di sé. Questa è una delle sfide più importanti e profonde che abbiamo in questa vita perché ha a che fare con la riflessione: il coraggio e la forza di cui hai bisogno per essere in grado di capire chi sei. Lavoro con Riccardo da molti anni ed è stata una grande esperienza farlo da una nuova prospettiva perché questa serie creativa mette in risalto brillantemente le persone che circondano il creatore di questi abiti. In questo modo, Riccardo si spoglia e condivide una nuova interpretazione di qualcuno a lui vicino e lo fa con grande rispetto per la sua visione. Oggi Burberry è come una grande finestra, un luogo dove puoi essere libero di costruire e uno spazio per creare cose meravigliose. Guardando alla storia del brand, vedo cose interessanti che possono essere legate a una vita urbana, ma anche al desiderio di chi fugge nei meravigliosi boschi dell'Inghilterra. È proprio il rispetto di questo mondo e della propria natura - conclude Lea T -che ho voluto esplorare, anche se esce dai canoni creati dalla società in cui viviamo. È essenziale osare nella vita purché si rispetti sempre la propria stessa natura".