Milleunadonna

Kate Moss: “La cocaina? Si sono accaniti contro di me. Ecco quale era il vero motivo"

La top model si racconta in una rarissima intervista alla "Bbc": dall’inizio della carriera condita dalle accuse di essere anoressica agli scandali. "Johnny Depp? Ecco perché ho deciso di difenderlo"

TiscaliNews

Da sempre al centro dei riflettori non solo modaioli, da sempre schiva e restia a parlare di sé. Kate Moss ha imparato a stare alla larga dai media perché dei media è stata regina ma anche vittima e oggetto sacrificale con scandali da prima pagina. Per questo le sue interviste sono rarissime e per questo quella che ha concesso alla Bbc per il programma radiofonico Desert Island Disc è un evento. Dai timidi esordi alla droga, oggi a 48 anni l’ex bambina prodigio della moda può guardare al passato con una serenità che le consente di aprirsi e raccontarsi.

L’esordio a 14 anni

Kate Moss è stata il viso degli anni ‘90 e il simbolo del look magro e androgino in Gran Bretagna definito l’heroin chic, ma dietro lo sguardo sicuro e dritto verso l’obiettivo cerano insicurezza, paura e solitudine comuni a tante 14enni: “Mi sentivo vulnerabile e terrorizzata”. Fu proprio a 14 anni che fu scoperta dalla scout Sarah Doukas e fu una sorpresa per lei: “Non credevo di avere le doti necessarie. Non avrei mai detto a nessuno voglio fare la modella, perché mi sarebbe sembrato un atteggiamento vanitoso, come dire credo di essere bella che invece non ho mai pensato”. Giudizio confermato dalla madre che non la considerava adatta: “Non mi sembri particolarmente fotogenica”.

“Quando il fotografo chiese di togliermi il reggiseno”

Invece la sua carriera decollò in modo immediato anche se per tanti era una ragazzina troppo magra. "Non sono stata mai anoressica, ero magra di natura e perché durante i servizi fotografici non ci davano da mangiare", precisa. Ma posare non bastava, bisognava osare, mostrare di più davanti al fotografo: “Mi disse: togliti la maglietta. Me la tolsi, ero molto timida, piena di insicurezze sul mio corpo. Poi mi disse: togliti il reggiseno. E mi sono sentita dentro che qualcosa non andava, così ho preso le mie cose e sono scappata via. Ora so distinguere da lontano chi va bene e chi no”.

Lo scandalo

Oggi sì, ma allora quegli occhioni intensi su quegli zigomi evidenti in un viso magro e insolito, catturavano lo sguardo e Kate fu catapultata nel paradisiaco inferno della moda e dello show business. Show biz che, così come è pronto a osannarti, è altrettanto svelto nel sacrificarti alla bisogna, e così arrivò la prima pagina sul Mirror del 2005: la sua foto mentre consumava cocaina fece il giro del mondo e le polemiche conseguenti furono ipocrite e stucchevoli. “Tutti quelli che conoscevo prendevano cocaina, l'accanirsi contro di me, per portarmi via mia figlia, è stato meschino. Non ho mai fatto uso di eroina nonostante tutti pensassero fosse la causa del mio peso.”, afferma Moss sapendo bene di essere stata “utilizzata come capro espiatorio”.

Il rapporto con Johnny Depp

All’epoca uno dei pochi che rimase dalla sua parte fu l’ex fidanzato Johnny Depp e lei gli ha restituito la cortesia testimoniando per lui al drammatico processo civile per diffamazione contro l’ex moglie Amber Heard. A chi la intervistava ha risposto di aver testimoniato a suo favore perché “credo nella verità e nella giustizia. Conosco la verità su Johnny. So che non mi ha mai preso a calci o spinto giù per le scale”.