Milleunadonna

La sfida di Gracia De Torres: “Mostro la pancia dopo la gravidanza anche se so che perderò tanti lavori”

“Chi prenderebbe ancora per una campagna di costumi una donna con questa pancia?”, si chiede sconsolata la modella

TiscaliNews

Ci sono modelle, e non solo, che a pochi mesi dal parto mostrano già un fisico asciutto e una pancia piatta da fare invidia. Quasi come se quel corpo non ne avesse cresciuto un altro per nove mesi. Ma, volumi a parte, spesso la parte più difficile è legata alle smagliature della pelle. Ne sa qualcosa la modella Gracia De Torres che in passato ha partecipato all'Isola dei Famosi e a Ciao Darwin. Dopo aver avuto una coppia di gemelli con il marito, il giocatore di basket professionista di Daniele Sandri, ha pubblicato su Instagram la foto della sua pancia mostrando quanto la gravidanza possa stravolgere il fisico di una donna. Tutto molto normale, ma se con quel corpo ci si lavora, anche i normali effetti di una gravidanza possono diventare un problema.

Una mappa del tesoro sulla pancia

Ecco come lei stessa racconta il suo disagio con un toccante post su Instagram: “La vita ha diverse sfumature, diversi colori e diversi punti di vista. La mia pancia è diventata una mappa del tesoro, o un albero della vita, forse per altri un terrore. Con questa foto probabilmente perderò tanti lavori futuri, chi prenderebbe ancora per una campagna di costumi una donna con questa pancia? Solo qualcuno che ha la sensibilità di capire e il coraggio di mostrare le donne reali”.

Questione di canone estetico

È vero che nel mondo della moda la sensibilità all’argomento è aumentata ma “penso alla società manchi quello: manca quella finestra sul mondo reale, più campagne pubblicitarie dove si mostra la verità della vita è non solo dei canoni di bellezza perfetta. Perché la vita sarebbe migliore, probabilmente ci sarebbero meno adolescenti in depressione per non entrare in quelli canoni di bellezza, ci sarebbe meno bullismo e ci sarebbe molta più felicità”. La modella specifica che in ogni caso è bene non venga meno la voglia di curarsi e di amare il proprio corpo: "Con questo non voglio dire che dobbiamo smettere di curarci o accettare che non possiamo migliorare, anzi dobbiamo farlo, svegliarci ogni mattina e migliorare quelle cose fisiche o mentali che non ci piacciono. Dico che la vera bellezza è tutt’altro, credetemi".

Dagli esordi al successo

La neo mamma ricorda poi gli esordi da modella al suo arrivo in Italia: "Quando ho iniziato a fare la modella a 18 anni, sono arrivata in Italia piena di complessi e paure, mi vedevo un orrore, la più piccola e brutta di qualsiasi altra ragazza, ero dura e molto cattiva con me stessa. Poi però andavo a fare casting per campagne pubblicitarie e trovavo file di ragazze che sembravano uscite da un sogno e invece sceglievano me. Ho capito che la bellezza è soggettiva e ognuno ha un concetto diverso. Guardiamo solo l'aspetto fisico ma ho imparato che spesso si trova un carattere, una scintilla che faccia brillare e non tutti ce l’hanno. Non abbiate paura di mostravi per come siete mai".