Notte sotto le stelle: tutto ciò che serve per un campeggio da sogno

Che sia in tenda, camper o roulotte, andare in campeggio oggi è un vero piacere grazie alle tante soluzioni, anche originali

Grilli, cicale, profumo di piante, la luna, il cielo stellato: sono le gioie del campeggio! Che sia in tenda, camper, roulotte, il campeggio è sempre molto amato tanto che c’è chi pianta una tenda direttamente nel giardino di casa per trascorrere una notte romantica sotto un albero con lampade di vimini che ondeggiano al vento. Dormire sotto le stelle è la grande moda del momento fra grandi sfere e igloo trasparenti, casette sugli alberi, tende da safari.

Negli anni Sessanta, quando con il boom economico il campeggio tornò di gran moda, una casa di articoli per il campeggio e il tempo libero scriveva in una brochure: “Il campeggio è una cosa meravigliosa, è la fiera dei sogni. Noi sogniamo luminosi tramonti, albe radiose, gioconde vacanze sotto la tenda, il profumo dei boschi, il bacio del sole, il ritmo della natura ed altre cose paradisiache che solo il campeggio può offrire copiosamente”. Pronti, allora, per il campeggio? Che partiate con tende caricate nel portabagagli, in camper o con roulotte al seguito, il segreto è una perfetta organizzazione, senza lasciare niente all’improvvisazione.

TENDE

Sul mercato esistono diverse tipologie di tende: la classica tenda canadese, a casetta, a tunnel, a igloo, chiamata anche a cupola, a doppia porta. Le tende canadesi, grazie al tetto a spiovente e un ottimo ancoraggio, sono l’ideale contro la pioggia e il vento. Le tende a igloo sono usate nell’alpinismo e nell’escursionismo, condizioni in cui è spesso difficile l’uso dei picchetti, così come nel caso delle tende a tunnel. Le tende a casetta, adatte alle famiglie, sono alte e spesso dotate di verande – verandine possono essere allestite anche se si hanno un camper o una roulotte. Fra le tende ci sono quelle con montaggio classico e le più pratiche tende gonfiabili. Esistono anche tende monotelo, adatte all’escursionismo e all’alpinismo e, per chi ama fare camping in riva al mare, le tende da spiaggia che, seppure in materiale leggero, offrono un buon ancoraggio contro il vento.

Per la primavera, l’estate e l’autunno, quando il clima è più mite, sono indicate le tende 3 stagioni, mentre quelle 4 stagioni sono adatte a climi freddi caratterizzati da neve e forti venti. Le tende 3 stagioni sono, inoltre, traspiranti e garantiscono una buona areazione, mentre quelle 4 stagioni garantiscono un miglior isolamento termico. Alcune tende 3 stagioni sono, ad esempio, adatte per chi ama l’escursionismo: queste tende sono, infatti, leggere, e quindi facili da trasportare, e al tempo stesso resistenti. In generale quello che si chiede a una buona tenda è di essere impermeabile – un’idea sono, allora, le tende di ultima generazione in materiale idrorepellente e resistente all’acqua. Un’alternativa contro pioggia e umidità sono i teli con cui coprire la tenda, mentre altri teli possono essere stesi all’ingresso, ad esempio per poggiarvi poggiare scarpe e altre calzature, oppure, per fare ombra, fissati con corde agli alberi.

RIPOSARE

Dove dormire? Diverse le soluzioni per chi non ha un camper o una roulotte. Un classico sono i sacchi a pelo. Da sempre i più utilizzati sono quelli con piume d’oca. Sebbene garanzia di tepore e isolamento termico, le piume d’oca sono, in realtà, sensibili all’acqua e all’umidità. Inoltre, una volta assorbita l’acqua, le piume tendono a perdere le loro proprietà isolanti. Una soluzione, in caso di ambienti umidi, sono allora i sacchi a pelo con imbottitura in fibre sintetiche. 

I sacchi a pelo sono di due tipologie: rettangolari e a mummia. I primi sono molto comodi perché garantiscono il movimento di braccia e gambe, tuttavia questo movimento, favorito dallo spazio interno, non è altrettanta garanzia di isolamento termico, tanto che questo sacco è tradizionalmente indicato in caso di clima mite, a differenza di quello a mummia, adatto a temperature più fredde, in genere provvisto di cappuccio e disegnato sul corpo umano, garanzia di un perfetto isolamento termico.

L’etichetta in genere indica il sacco a pelo più adatto alla stagione. Una soluzione alternativa per la stagione calda è, ad esempio, il sacco-lenzuolo, anche in versione matrimoniale. Soluzioni per il riposo sono anche i materassini da campeggio, anche matrimoniali, a scelta fra quelli pronti per l’uso, autogonfiabili, gonfiabili, con o senza cuscino incorporato – in caso procurarsi cuscini da campeggio, scegliendo, ad esempio, fra quelli gonfiabili o in microfibra. Una novità sono le culle e i lettini da campeggio per i più piccoli.

Chi dice che si debba sempre riposare in tenda, a bordo del camper o nella roulotte? La soluzione? L’amaca da campeggio ideale per la siesta o, perché no?, per una romantica notte sotto il cielo stellato. Né c’è campeggio senza sedie, tavolinetti, sgabelli, lounger.

ILLUMINAZIONE

Diverse le soluzioni per l’illuminzione: torcia a pile, torcia frontale, lanterne, anche ricaricabili a pannelli solari, lampade a Led e a batteria USB, ghirlande luminose a batteria.

CUCINARE

Cucinare in campeggio? Prendete carta e penna e segnatevi tutte le soluzioni per chi non si rassegna a sgranocchiare solo barrette proteiche: fornello (a gas, elettrico, ad alcool, a legna, a benzina), griglie (a elettricità, a gas, a carbonella), barbecue (a gas, a legna, a carbonella), cucina (elettrica o a gas) anche con lavello.

L’angolo cucina può, ad esempio, essere organizzato sotto una speciale tenda chiamata cucinotto da campeggio, dove sarà più facile alloggiare armadietti, credenze, nonché mobili, anche con vano bombola, su cui sistemare piatti e fornelli. Una lista di ciò che serve in cucina e in generale in campeggio comprende pentole, padelle, piatti, bicchieri, tazze, taglieri, posate, guanti da forno, guanti e attrezzi da barbecue, bollitori per l’acqua, caffettiere, frigorifero (termoelettrico, portatile elettrico anche con funzione congelatore, frigo ghiacciaia portatile).

E PER FINIRE...

Prima della partenza nella check-list non possono mancare: mazzetta per picchetti, scotch telato, coltello da cacciatore multifunzione, ganci, cordame vario, prolunghe, adattatori, batterie, corde e mollette per il bucato, bacinelle, doccia da campeggio, prodotti per l’igiene personale, set per la pulizia delle stoviglie, stuoie, coperte, plaid, borracce, taniche per l’acqua, kit di pronto soccorso, zanzariere, repellenti per insetti.