No, i letti di cartone delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo 2020 non sono “anti-sesso”: sono sostenibili

La scelta del materiale, presentato già nel 2019, punta alla sostenibilità e non, come diffuso erroneamente da alcuni mezzi di comunicazione, all’”anti-sesso” per evitare il contagio del coronavirus

No, i letti di cartone delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo 2020 non sono “anti-sesso”: sono sostenibili
ⒸTokyo 2020
di Greenme.it

Posticipati a causa della pandemia di coronavirus, finalmente venerdì prossimo, 23 luglio, prenderanno ufficialmente il via i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, per la cui realizzazione il Giappone ha abbracciato gli Obbiettivi di Sviluppo Sostenibili. Infatti tra le diverse misure adottate punterà all’uso dell'energia rinnovabile e allo spreco zero riducendo, riusando e riciclando.

La bufala dei letti “anti-sesso”

Anche i letti, ribattezzati da alcuni media come “anti-sesso”, sono stati realizzati in cartone per permetterne il recupero e il riciclo al termine della manifestazione e non come una misura di contenimento del contagio di coronavirus per evitare i rapporti sessuali tra gli atleti durante la competizione.

La presentazione di questi letti infatti è stata fatta il 24 settembre 2019, molto prima che l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiarasse la pandemia di COVID-19. La scelta del materiale, come spiegano e confermano gli organizzatori, è stata per via della facilità con cui il cartone può essere riciclato.

Il cartone è un materiale di design innovativo, ecologico che negli ultimi anni sta diventando protagonista degli arredi sostenibili. Inoltre, questi letti sono molto resistenti, supportando un peso fino a 200 chilogrammi. Poi se uno volesse o meno avere una vita sessuale attiva, di certo non sarebbe un letto ad impedirlo, non credete?

Dopo più di mezzo secolo, la torcia simbolo di pace e speranza si accenderà nuovamente a Tokyo per dare inizio ai Giochi delle XXXII Olimpiadi. Sotto lo slogan “Be better, together – for the planet and the people”, ovvero “sii migliore, insieme, per il pianeta e le persone” questi giochi puntano ad essere come i più sostenibili di tutti i tempi.

FONTE: Tokyo 2020 / Paralympic Games

Greenme.it - Erika Menvrillo