Feste e cocktail in piscina: galateo del divertimento tra spruzzi d’acqua e bagni di sole

Come vestirsi e che calzature indossare? Trucco e gioielli? Cibo, drink, cocktail consigliati? Osare con lo stile hawaiano

Club Tropicana, drinks are free, cantava un abbronzatissimo George Michael in un famoso video del 1983, con lui che sorseggia un drink nella piscina del Pyke’s Club di Ibiza. Un tormentone evergreen simbolo del divertimento e delle feste in piscina e ancora oggi un must della playlist di ogni pool party che si rispetti. 

E sì, dimenticate la classica festa in giardino, perché la tendenza è sempre di più il pool party, la festa in piscina. Quest’anno, in barba al grigiore dell’infinita pandemia, vanno di moda lo stile hawaiano e quello tropicale, tutti colori e allegria, dai teli per il bagno ai cuscini alle tovaglie. Consigliati per la festa in stile hawaiano neon coloratissimi e cocktail tropicali rinfrescanti e profumatissimi serviti in noci di cocco, per il piacere degli ospiti naturalmente abbigliati con corone di fiori e gonnellini di paglia.

PREPARARE LA PISCINA

Che lo stile sia quello classico, tropicale, hawaiano, per una festa in piscina perfetta fondamentale è la giusta preparazione della vasca. I costruttori di piscine consigliano, ad esempio, di ripulire la vasca da piccoli residui e foglie; di controllare le bocchette; di verificare temperatura e pH dell’acqua – valore ottimale del pH è fra 7.2 e 7.6 –, nonché la quantità di cloro – che dipende sempre dalle dimensione della vasca – contro il rischio occhi arrossati e cattivo odore sui capelli.

Piscina © iStock

DIMMI QUANDO TU VERRAI

Di giorno, di pomeriggio o di sera? La festa in piscina cambia a seconda del momento della giornata. Un’azienda di piscine di lusso consiglia per la festa diurna, con inizio alle 3 di pomeriggio – e, quindi, quando il sole è ancora molto caldo – non dimenticare protezione solare e doposole – e invita a stare in acqua, gonfiabili colorati, gara di tuffi, giochi con la palla a bordo piscina o in acqua. Per il rinfresco servire ghiaccioli, frutta di stagione, bibite dissetanti con ingredienti naturali. Sempre più di moda, sempre di giorno, è, invece, il brunch a bordo piscina.

Per la sera si può optare per la festa all’ora dell’aperitivo o della cena. Consigli per la scenografia: sedie a sdraio, grandi cuscini, anche a fantasia, amache, pouf, dondoli, teli mare colorati, lanterne, ghirlande, candele profumate, piante galleggianti, e, naturalmente, la piscina illuminata, meglio se con effetto cambio-luce, dove gli ospiti possono anche immergere i piedi sorseggiando un cocktail. Ideali per il party dopo il calar del sole piatti freddi, come insalate di pasta o cereali, finger food, pesce alla griglia.

APERITIVI E COCKTAIL

Molto di moda sono aperitivi e cocktail in piscina, procurarsi, allora, brocche, bicchieri, calici, shaker. Cosa servire in piscina? Un’azienda di piscine di lusso spiega allora quali sono drink e cocktail ideali. Si parte con lo Spritz, di origine veneta, da preparare con Aperol – in alternativa Campari o Select –, prosecco, seltz e e servire con una fetta d’arancia o un’oliva. Segue lo Hugo, di origine altoatesina, a base di sciroppo di sambuco, seltz, foglie di menta. Consigliati, quindi, gli analcolici alla frutta, ad esempio con fragole, succo d’ananas, ghiaccio; il Virgin Colada con sciroppo di cocco e succo e fette d’ananas; il Fruit Tonic con succo d’arancia, succo di limone, acqua tonica, ghiaccio.

Cocktail © 1zoom.net

Per la sera consigliati, invece, lo Swimming Pool a base di Blue Curaçao – liquore con scorza di lahara, arancia dal sapore amaro, alcool, zucchero, acqua –, sciroppo di cocco, succo d’ananas, panna fresca; il Mojito con rhum bianco, angostura – estratto amaro di vegetali –, foglie di menta, zucchero di canna, lime, soda, ghiaccio; il Tropical, con latte – anche di soia o di mandorla –, sciroppo d’orzata, sciroppo di menta; il Caipirinha con lime, zucchero di canna, ghiaccio tritato; il Daiquiri con succo di limone o lime, ghiaccio, rhum secco, sciroppo di zucchero; il Margarita con succo di lime, fettina di lime e sale da strofinare sul bordo, Tequila, Triple sec.

DRESS CODE

Come vestirsi per un party in piscina, senza commettere errori grossolani? Un’azienda di piscine di lusso spiega come scegliere il giusto outfit. Per un brunch a bordo piscina, e quindi, in tarda mattinata, scegliere bikini, trikini, costume intero, bandane, cappelli di paglia. Per gli uomini consigliati, invece, costumi allegri e sgargianti con tucani, angurie, ananas. Se l’appuntamento è per l’ora dell’aperitivo e, quindi, dalle 5 del pomeriggio fino al calar della sera, indossare il costume da bagno sotto gli indumenti, shorts, canottiere, top di cotone, camicie bianche anche oversize, magliette alla moda, abitini corti a fantasia o tinta unita. Per gli uomini andranno bene direttamente costume da bagno e t-shirt. Completeranno l’outfit anche collane hawaiane, occhiali da sole, cappellini, ciabatte da sostituire per la sera con sandaletti bassi o sneakers.

Drink in piscina © iStock

Se l’appuntamento è direttamente per la sera adatto un abbigliamento elegante, non solo nero, ma anche bianco o rosso per far risaltare l’abbronzatura – per la sera andranno bene anche smanicati e gonne con top – e, pensando al bagno di mezzanotte, un make-up water-proof oltre che leggero e naturale.

Un ultimo appunto, infine, su scarpe e gioielli. Out, ricorda l'azienda di piscine di lusso, tacchi, scarpe di tela, scarpe da ginnastica, sì, invece, alle scarpe basse. Out anche orecchini enormi, bigiotteria pesante, bracciali ingombranti, sì, invece, ad accessori colorati e spiritosi in abbinamento con l’outfit.