Dolore alla cervicale: le cause e i rimedi, dalla ginnastica al cuscino e ai farmaci

È fra i disturbi muscolo-scheletrici più frequenti per cui esistono numerose terapie naturali e non

Dolore alla cervicale: le cause e i rimedi, dalla ginnastica al cuscino e ai farmaci

Alzi la mano chi non ha mai sofferto di dolore alla cervicale. Si tratta di un problema molto frequente che può essere scatenato da diverse cause, incluso lo stress.
Agire sui motivi che portano alla problematica è un buon punto di partenza, mentre per allontanare gli episodi sporadici e con un basso grado di dolore sono efficaci pomate con principi attivi antinfiammatori naturali, impacchi caldi, esercizi ad hoc, agopuntura e sedute fisioterapiche.

Cause

Mal comune mezzo gaudio, recita il detto popolare. In tema di dolore cervicale, questo proverbio calza a pennello, considerando che la cervicalgia è uno dei dolori più comuni: ne soffre circa il 30-50% della popolazione e il 15% delle persone ha episodi ricorrenti. Questa constatazione però non risolve mal di testa, vertigini, sensazione di dolore e peso sul collo e sulle spalle, che si manifestano quando si infiamma la cervicale. Le cause possono essere serie (di origine traumatica, come nel caso di colpo di frusta, infortuni, cadute e traumi diretti alla testa e al collo; di origine degenerativa, come degenerazione discale, ma anche legate a patologie maggiori) oppure aspecifiche, che sono le più comuni e quelle di cui parleremo. Tra queste spiccano piccoli traumi, posizioni errate assunte durante la giornata soprattutto usando il computer e il cellulare, oppure durante la notte con un cuscino inadeguato, sovraccarichi eccessivi sui muscoli del collo. Anche lo stress ha un ruolo significativo perché molte persone “scaricano” le tensioni a livello dei muscoli di collo e spalle che si contraggono innescando dolore.

Il dolore cervicale

Il dolore cervicale è simile a quello del mal di schiena, può essere più o meno intenso, più o meno frequente. Il fastidio/dolore può manifestarsi a livello del collo, oppure partire dal collo e irradiarsi alle spalle e/o alle braccia, o ancora può sfociare in mal di testa.

In alcuni casi compaiono vertigini, nausea o ronzio alle orecchie perché nella zona cervicale esistono dei “sensori” che contribuiscono al controllo dell’equilibrio. Di solito si manifestano soprattutto nelle persone particolarmente emotive.

L'importanza del benessere

Potrebbe sembrare banale, ma non lo è: prendersi cura del proprio corpo allontana i dolori cervicali.
In primis la postura in piedi o davanti al pc deve essere corretta e naturale, di contro una postura forzata, soprattutto davanti agli schermi di computer e cellulare con il collo che rimane contratto per troppo tempo ha come conseguenza l’infiammazione delle strutture muscolo-nervose della zona. Riguardo per esempio al lavoro con pc, l’utilizzo di sedie e scrivanie ergonomiche può ridurre il rischio di queste tensioni.

Non va poi trascurata una buona qualità del sonno, materasso e cuscino devono essere adatti a noi. Non bisogna dormire sul divano e non bisogna neanche dormire troppo perché se la zona cervicale rimane a lungo in una posizione rigida e contratta potrebbe comparire dolore al risveglio.

L’attività fisica non va dimenticata, più ci si muove, più si eseguono esercizi di mobilità e di rinforzo muscolare e più si previene il rischio di dolore cervicale. Ci sono anche esercizi specifici per il rachide cervicale, che un buon fisioterapista saprà illustrare e una volta imparati si possono ripetere a casa pochi minuti al giorno.

No stress. Quando è lo stress a farla da padrone si deve correre ai ripari, ad esempio con camminate nella natura, meditazione, yoga, tecniche di respirazione. Se lo stress è intenso è consigliabile prendere in considerazione l’aiuto di uno psicoterapeuta.

Rimedi naturali

Tra i rimedi della nonna per il dolore cervicale riscuotono successo i cuscini riempiti con semi di lino, noccioli di ciliegia o sale grosso, che si possono scaldare nel forno a microonde e poi posizionare sul collo. Il caldo aiuta a rilassare la muscolatura e di conseguenza si trova sollievo.

Nella tradizione erboristica i principi attivi più gettonati per queste problematiche sono l’arnica montana, utilizzata in caso di piccoli traumi, contusioni e affaticamento muscolare, l’artiglio del diavolo, molto efficace contro il torcicollo e altre infiammazioni muscolari, entrambi si trovano sotto forma di crema, gel o cerotti sia in erboristeria sia in farmacia.

Efficaci, soprattutto in caso di cervicale legata a stress e quindi tensioni muscolari, sono le tisane rilassanti ed ansiolitiche, a base di camomilla, valeriana, melissa, escolzia o tiglio.

Fisioterapia e farmaci

Quando il grado di dolore è medio/intenso si può ricorrere a una terapia antinfiammatoria-antidolorifica. Il medico può prescrivere farmaci antidolorifici da associare o meno a della fisioterapia, con macchinari o con esercizi mirati di rafforzamento e di stabilizzazione, che aiutino a ridurre il dolore e sul recupero della funzionalità della parte cervicale.