Più donne che uomini nella pattuglia italiana per le olimpiadi di Tokyo: chi sono le atlete qualificate

Gli azzurri qualificati per Tokyo 2020 salgono a 335 (167 uomini, 168 donne) in 32 discipline differenti con 122 pass individuali

TiscaliNews

La pattuglia azzurra in partenza per le olimpiadi è sempre più femminile. Di nuovo, infatti, le donne superano gli uomini nel numero di atleti qualificati per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Il nuovo sorpasso è stato registrato ieri dopo dell'annuncio della squadra del Triathlon. Su cinque azzurri, tre sono donne e due uomini, numero record di presenze per la Nazionale ai Giochi.

Le triatlete sollevano la media

Con la chiusura del ranking olimpico e alla luce dei posti Nazione ottenuti per la Mixed Relay, prova che debutterà nel programma olimpico proprio in Giappone, il dt Alessandro Bottoni ha selezionato i triatleti che prenderanno parte alla rassegna a cinque cerchi con i colori dell'Italia Team. Le convocate sono Alice Betto, Angelica Olmo e Verena Steinhauser e, al maschile, Gianluca Pozzatti e Delian Stateff, con Alessandro Fabian selezionato come riserva.

Il sorpasso

A questo punto, gli azzurri qualificati per Tokyo 2020 salgono così a 335 (167 uomini, 168 donne) in 32 discipline differenti con 122 pass individuali. Intanto a poco più di un mese dall'inizio dei Giochi olimpici in Giappone, dopo i tentennamenti dei mesi scorsi la popolazione è ora favorevole allo svolgimento dei Giochi. "Oggi è arrivata dal Giappone una notizia bellissima, un sondaggio ha mostrato un dato sorprendente: il 64% dei giapponesi vuole i Giochi - le parole del numero uno del Coni Giovanni Malagò al Tg2 - Si sono resi conto che il Paese torna centrale, che fare le Olimpiadi sarà un messaggio di grande speranza. C'è una voglia di sport a tutti i livelli".