La faida tra William e Harry? “Fu colpa di Meghan”. E intanto Archie non sarà principe, per volere di Carlo

L’erede della Regina Elisabetta propone una riduzione dei titoli per non pesare troppo sui contribuenti e ci va di messo il figlio di Harry e Meghan

TiscaliNews

Mentre emergono nuovi possibili retroscena dietro l’allontanamento tra i due fratelli, William e Harry, si diffonde la notizia che il principe Carlo non consentirà che Archie, suo nipote figlio dei duchi di Sussex, diventi a sua volta principe, nemmeno quando - e se - lui sarà re. Secondo il Mail on Sunday, la volontà del principe di Galles è di modificare alcune regole con lo scopo di ridurre il numero dei principali titoli reali che, a suo dire, sarebbero troppi a pesare sui contribuenti.

Alleggerimento della monarchia a spese di Archie

Una mossa questa, scrive ancora il tabloid nella sua versione online della domenica, che avrebbe scatenato la reazione ormai nota al mondo di Harry e Meghan e le accuse nella altrettanto famosa intervista con Oprah. La fonte cui fa affidamento il Mail on Sunday sarebbe vicina ai Sussex, ma i dettagli dei piani di Carlo per un alleggerimento della monarchia non sono mai stati rivelati. Si tratta quindi di indiscrezioni, secondo le quali nelle intenzioni di Carlo i titoli reali verrebbero riconosciuti soltanto agli eredi al trono e ai loro più stretti familiari, sarebbero quindi solo questi a godere del sostegno finanziario pubblico, attraverso il Sovreign Grant che di fatto finanzia le attività dei reali, e a godere della protezione della Polizia che è finanziata dai contribuenti.

Lacey: “Meghan governava con il terrore”

Ma la nuova puntata nella soap opera sui reali britannici che tiene maggiormente banco è quella intitolata “La battaglia tra fratelli”. Protagonisti sempre loro: William, Harry, Kate e Meghan, che una volta erano chiamati i “Fab four” in omaggio ai Beatles e che oggi sono, appunto, divisi. E come allora, una certa narrazione continua ad accusare una donna: Meghan. Sarebbe sua la responsabilità della rottura tra i due figli di Lady Diana. L'ultimo libro a sostenere la tesi, vagamente sessista, della moglie arpia ed egoista che ha portato via il marito dalla sua famiglia d'origine si intitola The Battle of the Brothers e racconta uno dei momenti più gravi nella crisi tra William e Harry finito con il fratello maggiore che caccia, metaforicamente, di casa il minore decidendo di separare i casati, con staff annessi.

Le presunte prepotenze da attrice viziata

La spaccatura, scrive l'autore Robert Lacey, sarebbe stata innescata da un'email dell'ottobre 2018 nella quale si affermava che Meghan si stava comportando in modo prepotente con il personale del palazzo. Il messaggio fu inviato da Jason Knauf, capo della comunicazione dei Cambridge e dei Sussex, al segretario personale di William, Simon Case, che la girò subito al principe. A quel punto, il primogenito di Carlo e Diana decise di chiamare il fratello ma la telefonata assunse toni molto accesi, si legge nel il libro, culminando con Harry che attaccò la cornetta in faccia al fratello.

Diva capricciosa che fa la vittima

La tesi di una Meghan diva capricciosa e maleducata non è nuova ed è già stata fortemente smentita dai duchi di Sussex. Ma il libro aggiunge qualche elemento, se possibile, ancor più velenoso e destinato a far discutere i fan dei due schieramenti. Non meglio precisati impiegati di Kensington Palace hanno raccontato all'autore che Meghan "recitava la parte della vittima, ma era prepotente e sgarbata con il personale di corte, in linea con le abitudini di Hollywood".

Ambiente tossico

Un modo di fare, sostengono, che ha probabilmente trasmesso ad Harry, più di una volta pizzicato ad "urlare" ai suoi assistenti. "I Sussex creavano un ambiente veramente tossico", ha raccontato uno dei cortigiani a Lacey. Un regno del "terrore", ha detto un altro dipingendo Meghan come una moderna Maria Antonietta. Tutto questo, si legge negli estratti del libro, non fece che confermare quello che William sospettava della moglie del fratello e sul quale Kate, "diffidente sin dall'inizio" nei confronti dell'attrice, lo aveva messo in guardia. E cioè che Meghan fosse "ostile" al sistema reale e che avesse pianificato di lasciare la monarchia fin dall'inizio della sua relazione con Harry per tornare assieme negli Stati Uniti. Un "piano" per "portare via il suo amato fratello".