Polemica sessista all’incontro Jacinda Ardern-Sanna Marin, e la premier neozelandese fa a fettine il giornalista

Accesa polemica di genere a Auckland in occasione dell’incontro tra la prima ministra neozelandese e la sua omologa finlandese per una domanda inopportuna

Avete mai sentito un giornalista chiedere a un astronauta, un premier, un campione sportivo o un medico come riesca a conciliare il lavoro con la famiglia? Soprattutto in presenza di prole, questi sono interrogativi che solo le donne si sentono fare quando arrivano ai piani alti. Le domande sessiste vengono coniugate in vario modo dagli intervistatori, e pure dalle intervistatrici a dire il vero, ma c’è una sensibilità crescente alla discriminazione di genere che fortunatamente biasima pubblicamente questo retrogrado modo pensare. Stavolta ci ha pensato la premier neozelandese Jacinda Ardern che durante un incontro con l’omologa finlandese, Sanna Marin, si è levata un sassolino dalla scarpa, col tacco.

Domande che si fanno solo alle donne

Durante la conferenza stampa delle due premier, un giornalista ha maliziosamente chiesto se il loro incontro fosse stato organizzato perché sono entrambe giovani donne leader. La domanda se si stessero incontrando "perché simili per età e con molte cose in comune", è stata subito interrotta dalla Ardern che ha respinto al mittente l'argomento: "Vorrei sapere se qualcuno abbia mai chiesto all'ex presidente Usa Barack Obama e all'ex premier neozelandese John Key se si sono incontrati perché sono coetanei".

La reazione di Sanna Marin

"Il fatto che due donne premier si incontrino non è semplicemente dovuto al loro genere - ha aggiunto Ardern - naturalmente abbiamo una percentuale maggiore di uomini in politica, è la realtà. Il nostro incontro di oggi è un'occasione per parlare delle opportunità economiche tra i nostri due Paesi. È nostro compito promuoverle, indipendentemente dal nostro genere", ha precisato la premier neozelandese ricordando che nel colloquio si è parlato di recessione economica e di inflazione e riaffermando il "forte impegno" a sostenere l'Ucraina dopo l'invasione russa".

Immediata anche la reazione di Sanna Marin, come riferisce la Bbc: "Ci siamo incontrate perché siamo due primi ministri. Sono anche preoccupata per la situazione in Iran in questo momento... le donne coraggiose che stanno protestando contro le leggi e la situazione della sicurezza, dobbiamo affrontare insieme questo tipo di problemi". Marin si trova in Nuova Zelanda per il suo primo tour ufficiale: è il primo ministro finlandese a visitare il Paese e c’è da scommettere che con Ardern non abbiano parlato del loro stilista preferito. A rimbalzare su Twitter e dintorni la domanda del giornalista ci ha messo pochi minuti e le accuse di sessismo si sono sprecate.

Sanna Marin sotto attacco ma le finlandesi la difendono e ballano per lei