Milleunadonna

Le ragazze di Chica Loca nella Sardegna più selvaggia. E l'imprevisto non manca

TiscaliNews

Scenari mozzafiato, strade impervie, mulattiere popolate di sassi. Non c'è dubbio che le 23 motocicliste di Chica Loca siano davvero entrate nel vivo di questa terza edizione che si tiene nella Sardegna più selvaggia e meno conosciuta.

Il secondo giorno della gara è stato piuttosto impegnativo visto che le partecipenati hanno fatto una motocavalcata lunga la bellezza di  centocinquantanove chilometri, partendo da Olbia e arrivando a Buddusò, nel cuore della Barbagia. Nota a marginme non scontata è che le ragazze sono arrivate tutte sane e salve perché in gare di questo genere, dense di avventura, i rischi non mancano. Così come le cadute, che infatti ci sono state.

Ma in realtà il fuori programma più simpatico e imprevisto è un altro: le motocicliste si sono viste attraversare la strada da un bel numero di capre che ovviamente hanno preteso la precedenza. Così, alle bikers non è restato che spegnere i motori delle loro moto rombanti e attendere che gli ostinatissimi ovini selvatici continuassero la loro passeggiata.