Milleunadonna

Lady Zelensky, nascosta con i figli, combatte sui social. “Siamo noi il secondo obiettivo del fuoco russo”

Zelensky ha detto di essere l'obiettivo "numero uno" dei russi e sembra aver scampato ben tre tentativi di farlo fuori. "La mia famiglia è l'obiettivo numero due", ha assicurato Olena

TiscaliNews

Chi la conosce dice che Olena Zelenska non ha mai amato il palcoscenico e che il sodalizio con suo marito Volodymyr, ero animale da palcoscenico, sia basato anche su questo equilibrio: tu ci metti la faccia e io i testi. Risulta infatti che la moglie sia stata sceneggiatrice e autrice degli sketch del marito nel suo passato da comico. Volodymyr lo ha conosciuto all'università, prima della carriera e della fama. Il suo carattere lo conosce bene. Per questo non si è detta troppo entusiasta della scelta di buttarsi in politica: "Sapevo che sarebbe cambiata la nostra vita", ha raccontato.

Una “rete” di first lady

Ma tutto ciò è nel passato, ben prima della guerra e ora Olena Zelenska sta combattendo a modo suo - sui social. Facebook e Instagram sono le sue armi per accendere un faro sui più deboli, se non smascherare le malefatte più vili dei russi, la sua missione. I bambini, in particolare, sono la sua principale ossessione. "È impossibile mantenere la calma quando i piccoli pazienti dell'ospedale nazionale pediatrico di Okhmatdyt, che tratta i casi più complicati del Paese, vengono curati nei rifugi antiatomici. Ma i nostri bambini avranno condizioni migliori!", recita un suo post in cui rivela l'esistenza di una sorta di “rete” di first lady - tra queste Brigitte Macron ed Emine Erdogan - per attivare i soccorsi in Ucraina.

La richiesta d’aiuto

I suoi post sono sempre zeppi di foto, che poi vengono rilanciate in tutto il mondo. Le richieste d'interviste si moltiplicano e lei, che al momento si trova in un luogo sicuro ma sconosciuto, a quanto pare in Ucraina, ha risolto la questione pubblicando un lungo articolo sul sito della presidenza. "Il 24 febbraio ci siamo svegliati con l'invasione russa. I carri armati hanno attraversato il confine, gli aerei sono entrati nel nostro spazio aereo, i lanciamissili hanno circondato le nostre città. Nonostante le rassicurazioni della propaganda del Cremlino, che la chiama 'operazione speciale', in realtà ci troviamo davanti all'omicidio di massa dei civili ucraini", scrive in apertura. Lo dicono in tanti, nel governo, e lo ripete anche lo stesso Zelensky. Ma Olena raddoppia il carico e ci mette la faccia, come si dice oggi, nonostante l'antica ritrosia alla ribalta.

L’obiettivo numero due dei russi

È un'accusa frontale. "Forse la cosa più terrificante e devastante di questa invasione sono le perdite di bambini", scrive ancora facendo i nomi delle piccole vittime accanto alle immagini. "Quando la Russia dice che non sta facendo la guerra contro i civili, io rispondo con i nomi di questi bambini assassinati". Zelensky ha detto di essere l'obiettivo "numero uno" dei russi e sembra aver scampato ben tre tentativi di farlo fuori da quando è scoppiato il conflitto. "La mia famiglia è l'obiettivo numero due", ha assicurato. Olena, insieme ai suoi due figli, si nasconde ma continua a fare la sua parte.