Milleunadonna

Grace Kelly, 40 anni fa la tragica morte di un'icona di stile ed eleganza

Dall’esordio al cinema alle nozze, fino al terribile incidente del 1982 e a quell’ultimo film che rimase incompiuto

TiscaliNews

Sono trascorsi 40 anni da quando il mondo ha detto addio a Grace Kelly. Icona del glamour e dell'eleganza, la donna che ha incarnato una favola - da attrice a principessa - morì a 52 anni in un incidente stradale il 14 settembre 1982.
Nata nel 1929 a Filadelfia, dove trascorse l'infanzia, ottenne il successo come attrice a Hollywood soprattutto grazie ad Alfred Hitchcock, che le affidò il ruolo di protagonista in pellicole immortali come "Il delitto perfetto", "La finestra sul cortile" e "Caccia al ladro", e poi grazie all'Oscar come migliore attrice che conquistò nel 1954 con "La ragazza di campagna" di George Seaton.
Di sala in sala, si arriva fino agli anni nel Principato di Monaco al fianco di Ranieri, che sposò nel 1956 e da cui ebbe Carolina nel '57, Alberto l'anno successivo e Stephanie nel '65.

 

Icona di stile

Icona di bellezza e di stile, Grace Kelly contribuì a rendere il principato di Monaco quell’esempio di gusto e moda che ha dettato legge nel mondo. Ebbe una carriera cinematografica così fortunata che in pochi sanno si concentrò in soli sei anni. Dopo il debutto a Broadway quando studiava ancora all’Accademia di New York per Arti Drammatiche, Kelly si diplomò a 19 anni e fu subito scelta per un adattamento del romanzo di Sinclair Lewis 'Bethel Merriday': fu il primo di circa 60 programmi televisivi a cui prese parte. Il successo tv le procurò subito una parte nel film '14a ora', per cui il collega Paul Douglas lodò le qualità dell’attrice: «Non aveva un lato brutto - potevi filmarla da qualsiasi angolo, ed era una delle persone meno irritabili e più cooperative dell’intero business».

La carriera cinematografica

Nel 1952 apparve nel film vincitore di 4 premi Oscar 'Mezzogiorno di fuoco’ con Gary Cooper. Ma neanche questo film lanciò l’attrice, a quel punto fu lo zio George, vincitore di un premio Pulitzer, a consigliarli di prendere lezioni di recitazione appositamente per il grande schermo. Fu così la volta del regista John Ford che la ingaggiò per 'Taxi' (1953) e firmò un contratto di sette anni con la casa produttrice Metro-Goldwyn-Mayer per un compenso di 850 dollari a settimana. Risale a questo periodo il viaggio in Africa per le riprese di 'Mogambo', occasione in cui Kelly fece la conoscenza di Clark Gable.

Il successo

Il film fu un successo al box office e Grace Kelly fu nominata per un Golden Globe e per il suo primo Oscar. L’anno successivo, 1950, iniziò il sodalizio con Alfred Hitchcock: la scelse per 'Il delitto perfetto' (1954). Con Hitchcock collaborò anche in 'La finestra sul cortile' (1954) e 'Caccia al ladro' (1955), dopo aver rifiutato di prendere parte a 'Fronte del portò (1954) con Marlon Brando. Nel 1954, Kelly recitò in 'La ragazza di campagna' e, nella parte di Georgie Elgin, vinse l’Oscar al posto di Judy Garland. Dopo la nomina all’Oscar, Kelly vinse anche il 'New York Film Critics Circle Award’ per la miglior attrice in 3 grandi successi del 1954, 'La finestra sul cortile', 'Il delitto perfetto', e 'La ragazza di campagna'.

Il matrimonio

Dopo 'Fuoco verde? (1954), Grace Kelly volò nella Riviera Francese per lavorare all’ultimo film con Hitchcock, 'Caccia al ladro' (1955). Sul set conobbe Cary Grant, e i due svilupparono un rapporto di reciproca ammirazione che durò tutta la vita. Il suo ultimo film fu un remake di 'Scandalo a Filadelfia' (1940), dal titolo 'Alta società' (1956). Fu infatti in questo periodo che incontrò il Principe Ranieri III, i due si sposarono nel 1956 e le nozze posero fine alla fine della sua carriera da attrice. Dopo il matrimonio nacquero i principi Carolina, Alberto II e Stefania.

L’incidente e la morte

Proprio Stefania di Monaco era in auto con la madre nel giorno dell’incidente, il 13 settembre 1982, anzi all’epoca si sospettò che fosse lei, ancora minorenne, a guidare. I giornali dell'epoca diffusero l'erronea notizia per il fatto che Stéphanie, sopravvissuta al rovinoso impatto, venne estratta anche lei dal lato conducente della vettura, che era rovesciata sul lato destro.

Il film incompiuto

Poco prima della morte, a 26 anni dalla sua ultima apparizione cinematografica sul grande schermo, Grace Kelly stava lavorando a un suo ritorno alla recitazione con nuovo film, ‘Rearranged’ di Robert Dornhelm. L'opera rimase incompiuta per l'improvvisa scomparsa dell'attrice.