Denuncia il marito poi lo perdona: accoltellata, nega ancora e lo difende

La donna, 80enne, è in ospedale dopo aver subito operazione in seguito alle ferite inferte dal marito dopo una lite

Foto Ansa
Foto Ansa
TiscaliNews

Quella verificatasi a Lodi sabato scorso, è una vicenda emblematica di ciò accade a molte donne, le troppe donne che non riescono a denunciare il marito per le violenze che hanno inferto su di loro e, anzi, arrivano a proteggerli. Come la signora di 80 anni che è ricoverata all'ospedale Maggiore di Lodi da tre giorni e ha subito un'operazione dopo essere stata accoltellata a un fianco, sabato scorso, dal marito di 82 anni al culmine di una lite nella loro abitazione.

Ritirata la querela per maltrattamenti

La Procura della Repubblica di Lodi, come ha spiegato in serata il procuratore Domenico Chiaro, ha accertato che la signora, nei mesi scorsi, aveva querelato il marito per maltrattamenti in famiglia dopo ripetuti gesti di violenza, ma aveva poi ritrattato minimizzando l'accaduto. Tuttora la donna, ai Servizi sociali del Comune, spiega nonostante le ferite gravi rimediate sabato scorso, che il marito non le avrebbe fatto nulla, probabilmente timorosa riguardo il prossimo rientro in famiglia.

Attivato il centro antiviolenza

Data l’età, è infatti difficile che l’uomo possa essere portato in carcere e si teme che la rinnovata convivenza possa portare a esiti peggiori. Intanto l'uomo è stato denunciato dai carabinieri per lesioni aggravate. Per cercare di aiutare la donna, il Comune ha anche contattato un centro antiviolenza.