Emorroidi in gravidanza: piccoli consigli per affrontarle in modo naturale

Per molte donne il periodo della maternità è il culmine della propria femminilità, ci si riscopre più belle, si ha maggiormente voglia di prendersi cura di se stesse, facendo attenzione ai propri bisogni e a quelli del futuro nascituro.

Quando però insorgono piccoli problemi come le emorroidi, il quadro di benessere inizia a opacizzarsi. Per chi non le ha mai avute in precedenza scoprire di soffrire di questa problematica, con sanguinamento in fase di evacuazione può essere molto provante. Non bisogna farsi abbattere da un problema che può essere curato e superato anche grazie a piccoli accorgimenti quotidiani.
La gravidanza può scatenare l’insorgere delle emorroidi perché la fragilità capillare è maggiore a causa del maggior flusso di sangue che arriva nella zona, che favorisce la fuoriuscita delle vene varicose nel canale fecale, causando emorroidi.

Il primo rimedio è la prevenzione, attraverso una dieta sana e bilanciata, consigliata dal ginecologo e che abbia al suo interno fibre per favorire l’evacuazione e preveda il consumo abbondante di acqua naturale. Idratarsi è fondamentale sempre, ancora di più se si soffre di stitichezza o stipsi, fattore che favorisce l’insorgenza delle emorroidi per lo sforzo nell’evacuazione. Il fattore psicologico di “blocco” nell’andare in bagno, che fa pensare allo sforzo e quindi all’insorgenza di dolore e sanguinamento, non fa altro che alimentare la stitichezza e, conseguentemente, l’insorgenza di emorroidi nei soggetti predisposti.

Affrontare la gravidanza anche con questi piccoli disturbi significa avere ottimismo, curare l’alimentazione, bere molto e fare un po’ di esercizio fisico, nulla che non si farebbe anche senza questi problemi di salute.

Per quanto riguarda, invece, il momento fastidioso della crisi emorroidale, è bene avere un’ottima igiene intima, avendo cura di detergere la zona frequentemente con prodotti senza profumi, che potrebbero infatti provocare allergie. Utilizzare l’acqua tiepida per i lavaggi, non fredda come si potrebbe pensare, è un ottimo rimedio per evitare il fenomeno di stress dei vasi sanguigni.
Anche applicare un rimedio locale come una pomata a base di ingredienti di origine vegetale, senza profumi né allergeni può dare sollievo, evitando lo sfregamento della zona. Sono piccoli consigli per aiutare a superare il problema in modo naturale, affrontando questi piccoli momenti di “crisi” in una fase estremamente felice della vita. 
  

Altri articoli
Fibre alimentari, grandi alleate della salute
“Siamo quello che mangiamo”. Quante volte abbiamo...
Viaggi e stitichezza: quando la regolarità intestinale va in vacanza
Beauty-case, qualche ricambio di biancheria, un buon libro......
Cos’è la diverticolite? Scopriamo come prevenirla
Ormai si sa, dalle nostre abitudini alimentari e dallo stile di...
L’acqua: un nuovo alleato per combattere la stitichezza
L’acqua è un bene prezioso sia in natura, sia per il...
© Tiscali Italia S.p.A. 2016  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali