Sistema immunitario in forma? Merito della flora intestinale

Inverno, tempo di raffreddori e influenza. Per contrastarli, in pochi si precipiterebbero a curare l'intestino: in fondo- ci si potrebbe chiedere- come potrebbe quest'ultimo essere causa e motivo di un indebolimento delle difese immunitarie? Invece, il tratto digestivo gioca un ruolo prioritario in questo senso, e lo fa a tre differenti livelli.

Il primo riguarda la microflora, composta da migliaia di miliardi di “batteri buoni”, minuscoli soldatini che ci proteggono dalle aggressioni degli agenti patogeni; il secondo coinvolge le cellule della parete intestinale, che non solo assorbono i nutrienti, ma forniscono anche una barriera protettiva che impedisce l’ingresso di sostanze dannose; l'ultimo si riferisce al sistema immunitario intestinale, composto da cellule immunitarie specializzate, che producono anticorpi. A conti fatti, insomma, approssimativamente il 70% del sistema immunitario dell'organismo si trova proprio nell'intestino.

A questo punto, non dovrebbe stupire che mantenere la flora intestinale in buona salute sia fondamentare per garantire il buon funzionamento del sistema di difesa e, conseguentemente, il benessere dell'intero organismo.
Eppure, l'equilibrio della microflora è messo continuamente a rischio da una serie di fattori e comportamenti scorretti, in primo luogo a tavola: un'alimentazione ricca di conservanti e inquinanti, oppure una dieta poco varia, con un consumo di vitamine e fibre insufficiente, o ancora pasti consumati troppo rapidamente sono destabilizzanti per l'intestino. Allo stesso modo, stress, abuso di alcool o antibiotici, colon irritabile e viaggi possono compromettere la salute della flora intestinale, diminuendo la quantità dei batteri potenzialmente benefici, come i lattobacilli e i bifidobatteri, e facendo pendere l'ago della bilancia a favore di microrganismi dannosi o patogeni (ad esempio, alcuni clostridia ed enterococchi).
Come fare, dunque, per contrastare il problema e prevenire il conseguente calo dell'efficacia immunitaria? Le regole d'oro sono sostanzialmente tre: uno stile di vita sano che associ alimentazione equilibrata, esercizio fisico e il giusto apporto di acqua; un ritmo quotidiano che consenta di tenere sotto controllo lo stress e gestire al meglio problematiche o imprevisti; l'assunzione di integratori alimentari che siano in grado di ripristinare l'equilibrio originario dell'intestino. In particolare, in questi casi, può rivelarsi utile e prezioso ricorrere all'assunzione di specifici simbiotici che, ai prebiotici, accostino fermenti lattici vivi eterogenei, consentendo un doppio livello di azione: da un lato, la fibra di psyllium (prebiotica) apporta nutrimento alla microflora; dall'altro, i fermenti lattici reintegrano le fila dei batteri buoni e utili alla nostra difesa.

Se i mali di stagione o altri disturbi riconducibili a delle difese sottotono ci tormentano, non dubitiamone: aver cura della flora intestinale è il primo, grande passo verso un sistema immunitario forte, resistente ed efficace.
     
 
  

Altri articoli
Fibre alimentari, grandi alleate della salute
“Siamo quello che mangiamo”. Quante volte abbiamo...
Viaggi e stitichezza: quando la regolarità intestinale va in vacanza
Beauty-case, qualche ricambio di biancheria, un buon libro......
Cos’è la diverticolite? Scopriamo come prevenirla
Ormai si sa, dalle nostre abitudini alimentari e dallo stile di...
L’acqua: un nuovo alleato per combattere la stitichezza
L’acqua è un bene prezioso sia in natura, sia per il...
© Tiscali Italia S.p.A. 2016  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali