Diarrea e alterazioni della flora intestinale: correlazioni e rimedi naturali

Il nostro corpo è come un orologio, un meccanismo fatto di specifiche funzioni e ingranaggi perfetti ma delicati che, per funzionare al meglio, devono essere in sincronia fra loro. In quest'ottica non stupisce, dunque, come il malfunzionamento di una singola parte possa ripercuotersi sulla salute dell'intero organismo.

La
flora intestinale è costituita dall’insieme dei batteri (quantificabile nella cifra non trascurabile di oltre centomila miliardi) contenuti nell’intestino e ricopre un ruolo fondamentale nella digestione e nell'assorbimento di sostanze nutritive come grassi, amminoacidi, acidi biliari e vitamine.
 
Ecco perché la flora intestinale è legata a doppio filo all'alimentazione, ed ecco perché mantenerla in equilibrio evitando una riduzione dei “batteri buoni” (ad esempio lattobacilli e bifidobatteri) a vantaggio di quelli “cattivi” (enterococchi, stafilococchi, coliformi...) è fondamentale per il benessere del corpo.
 
Quando le fibre scarseggiano, i grassi abbondano, oppure quando si è particolarmente stressati o si assumono eccessive dosi di alcool, l’equilibrio intestinale può risultare temporaneamente compromesso: i metaboliti tossici prodotti dai batteri cattivi alterano la mucosa intestinale, che si indebolisce, e le conseguenze si ripercuotono sul funzionamento di digestione, fegato, pelle, sistema immunitario.
 
Uno spiacevole effetto di questo ciclo vizioso da spezzare può essere la comparsa di diarrea, disturbo che si manifesta sotto forma di scariche fecali e che, di solito, si protrae per alcuni giorni.
 
Superata la fase di prevenzione, è a questo punto che occorre evitare ulteriori procrastinazioni e intervenire tempestivamente per evitare una cronicizzazione del malessere. Prima di ricorrere a terapie d'urto a base di farmaci aggressivi, è bene sapere che spesso l'uso prolungato può concorrere ad aggravare il problema favorendo attivamente la comparsa di episodi diarroici.
 
E allora cosa fare per ripristinare l'equilibrio della flora batterica ed evitare poco allettanti, ripetute e dolorose incursioni in bagno? I nostri alleati nel riequilibrio della microflora sono i probiotici, i prebiotici e i simbiotici. In particolare, un giusto mix tra fermenti lattici (lattobacilli e bifidobatteri) e integratori a base di psyllium sono in grado di fornire un grande e prezioso aiuto in questo senso.
 
Se, parallelamente, non trascuriamo di praticare uno stile di vita sano che preveda una dieta con il giusto apporto di vitamine, un contenuto consumo di grassi e acqua in abbondanza, vedremo amplificati i buoni risultati sul nostro intestino. E potremo congedarci senza rimpianti da un disturbo che, senza dubbio, rappresenta un compagno a dir poco indesiderato.
 
 
 
 
  
  

Altri articoli
Fibre alimentari, grandi alleate della salute
“Siamo quello che mangiamo”. Quante volte abbiamo...
Viaggi e stitichezza: quando la regolarità intestinale va in vacanza
Beauty-case, qualche ricambio di biancheria, un buon libro......
Cos’è la diverticolite? Scopriamo come prevenirla
Ormai si sa, dalle nostre abitudini alimentari e dallo stile di...
L’acqua: un nuovo alleato per combattere la stitichezza
L’acqua è un bene prezioso sia in natura, sia per il...
© Tiscali Italia S.p.A. 2016  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali