Consigli naturali per raggiungere un corretto equilibrio metabolico dopo le festività

Ebbene sì. Ancora una volta ci siamo lasciati alle spalle le feste di Natale con le tradizionali abbuffate con amici e parenti e adesso, come da rito per esorcizzare gli eccessi e gli stravolgimenti alimentari tipici del periodo, tentiamo di stabilire una tregua con il nostro organismo. Il modo migliore per fare ciò è (ri)trovare un ideale equilibrio metabolico per il nostro benessere.

E’ stato calcolato che in media, durante le feste, si tende a prendere 3 kg, metà dei quali consiste in tessuto adiposo. Come afferma Adolfo Fossataro,biologo nutrizionista,Questo strato rappresenta il principale deposito di trigliceridi negli esseri umani e, in particolare nel maschio, la condizione è più pericolosa poiché un eccesso di tessuto adiposo androgeno si associa a livelli più alti di glicemia, trigliceridi e pressione arteriosa".

Correlato all'aumento di peso è quello del colesterolo, molecola lipidica indispensabile a garantire il buon funzionamento dell’organismo. Tuttavia, un eccesso di grasso corporeo, soprattutto se concentrato nella regione addominale, porta ad uno squilibrio del metabolismo dei grassi e degli zuccheri.Il fattore di rischio più importante è il sovrappeso. Dato che oggi anche molti bambini e ragazzi fanno i conti con i chili di troppo, l'incidenza della sindrome metabolica è in aumento anche tra giovani ed adolescenti ed è anche per questo che, oggi più di prima, sono fondamentali una corretta informazione ed educazione.

Ma come prevenire l'insorgenza di questi problemi e come riequilibrare il metabolismo dopo i fasti natalizi?
In primo luogo e va da sé ristabilire un’alimentazione sana ed equilibrata con limitazioni su particolari cibi quali affettati, carne, formaggi, latticini ricchi di grassi, dolci ricchi di acidi grassi saturi. Una dieta ipocalorica mirata è necessaria per combattere la ritenzione idrica interstiziale e la pienezza del tubo digerente: ortaggi e insalata decongestionano il fegato e attivano il metabolismo dei grassi.

In secondo luogo praticare un’adeguata attività fisica.
Sport come il ciclismo, corsa, marcia o sci di fondo sono gli ideali in quanto di tipo aerobico in cui i muscoli lavorano in condizioni di massima ossigenazione.

Anche le sostanze naturali possono contribuire in modo efficace, lavorandoin sinergia ad una corretta alimentazione ed attività fisica, al buon mantenimento della concentrazione di lipidi nel sangue. Tra queste sostanze figurano la Berberina (capace di regolare la funzionalità epatica e dell’apparato cardiovascolare) i Tocotrienoli (i quali apportano una buona dose di antiossidanti nell’organismo) ed il caffè verde decaffeinato (ricco di acido clorogenico, un antiossidante che sembri agire efficacemente sul metabolismo degli zuccheri).

In conclusione non vi è nulla di male o di riprovevole nel godersi appieno le festività anche alimentarmente parlando. Garantendo al proprio organismo poche, semplici, regole di buona condotta si eviterà però di incorrere nel classico “disagio e gonfiore post-natalizio” che, col tempo e se sottovalutato, può trasformarsi in una vera e propria patologia a spese del proprio equilibrio fisico e psichico.
  

Altri articoli
Sistema immunitario in forma? Merito della flora intestinale
Inverno, tempo di raffreddori e influenza. Per contrastarli, in...
Diarrea e alterazioni della flora intestinale: correlazioni e rimedi naturali
Il nostro corpo è come un orologio, un meccanismo fatto di...
Squilibri e intolleranze alimentari: primo passo, ripristinare la flora batterica
Equilibrio: una parola magica che, nelle diverse funzioni che...
Dolori e fastidi intimi? Ci pensano i simbiotici!
Noi donne sappiamo bene quanto siano irritanti e causa di...
© Tiscali Italia S.p.A. 2016  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali